Un Nuovo Anno, magari Migliore …

nuovo-anno-magari-migliore--ipnosi-pnl-bplogna

In questi giorni abbiamo  certamente ricevuto e inoltrato numerosi auguri di buon  2017 per un futuro migliore. Anche se a volte si tratta di una mera formalità … fa indubbiamente  bene al cuore  dare e ricevere pensieri e auspici positivi. Sappiamo inoltre che l’inizio del nuovo anno da molte persone viene  fatto coincidere con tutta una serie di buoni propositi, che nei primi giorni dell’anno vivono ore gloriose,  anche se spesso naufragano ben presto miseramente …

Mentre  l’immagine dei nostri buoni propositi ci aleggia ancora intorno, sarebbe saggio domandarsi perche’ mai il 2017 dovrebbe essere meglio del 2016 e in cosa esattamente i prossimi 12 mesi si differenzieranno per noi dai 12 mesi precedenti? Come mai  amore, relazioni, finanze, lavoro, benessere, e magari spiritualita’, dovrebbero andare meglio? Per esperienza, se guardiamo a ritroso, sappiamo già  che non e’ bastato un brindisi, o più di uno,  a rendere il nuovo anno meglio di quello vecchio.

A questo proposito riporto un paio dei messaggi di auguri per il nuovo anno del Dalai Lama, capo spirituale dei buddisti tibetani, che ben si adattano a questa circostanza. Quello particolare del 31.12.’99: Molte persone sembrano eccitate per il  nuovo millennio. Ma il  nuovo millennio in sé non ha nulla di speciale. Entrando nella nuova era le cose saranno le stesse, non vi sarà nulla di diverso. Se noi desideriamo veramente che il prossimo millennio sia più felice, più pacifico e più armonioso per il genere umano, dovremo fare degli sforzi per renderlo come desideriamo (…) porre attenzione allo sviluppo della pace della mente e prenderci cura degli aspetti interiori del  nostro essere”.      

E gli auguri del 1.1.2014: Vorrei esprimere i miei saluti e auguri per un Felice Anno Nuovo. In realtà, se il prossimo anno  sarà un anno felice o miserevole, dipende da noi. Il primo giorno del nuovo anno, dovremmo essere più determinati ad essere i più sinceri e compassionevoli esseri umani. E cercare di creare la pace interiore prima dentro di noi e poi condividerla con le altre persone per costruire un anno felice.

 Se è chiaro che non basta brindare al nuovo anno e fare-ricevere auguri di ogni  bene per diventare  migliori  e vivere felici, si tratta forse di  cambiare qualcosa nel modo in cui usiamo la nostra energia  per fare un salto di qualità ed  evolvere così come va bene per noi. Vediamo di individuare qualche semplice nuova attitudine  che possiamo magari attuare concretamente: è scientificamente dimostrato che  un piccolo ma significativo cambiamento portato avanti con costanza conduce a  una grande trasformazione!

nuovo-anno-magari-migliore-ipnosi-pnl-bologna-2

Dalla canalizzazione di Madre Terra Gaia di Pepper Lewis:

“… Ogni volta che è possibile, scegliete un nuovo pensiero invece di un pensiero vecchio e ripetuto. Se vi siete sentiti pensare o dire qualcosa centinaia di volte o più, forse può esser messo da parte in favore di un nuovo pensiero. I nuovi pensieri non solo portano a nuove esperienze, ma sostituiscono anche comportamenti e risposte stabiliti in precedenza. Gradualmente, comportamenti più nuovi e più complessi si faranno strada attraverso lo stesso punto d’innesto e voi scoprirete che in questi ambiti la vita diventa sempre meno una lotta.  La trasformazione è soltanto un respiro più in là, letteralmente.

Potreste scoprire di riuscire a sostenere pensieri e idee più nuovi mentre rallentate e stabilizzate il respiro. Troppo spesso il respiro è associato con la meditazione o l’esercizio fisico. Associate l’essere “senza fiato” con il non essere in forma fisicamente. Il respiro è vitale per tutto quel che fate, ma è vitale anche per tutto quello che pensate. La consapevolezza e il controllo del respiro influenzano la vostra abilità di dirigere il corso della vostra vita. Vi permette di osservare e simultaneamente di partecipare alla vostra vita.

Al contrario l’ignoranza del respiro porta l’inaspettato più vicino a voi, rendendo necessario reagire velocemente invece di prendersi il tempo per rispondere. Un ciclo di respiro lento e regolare informa il corpo che desiderate essere in sincronia con la mente, il che permette ai vostri pensieri di organizzarsi e adattarsi a dove siete così come a dove desiderate essere. Permette a nuovi pensieri e idee di muoversi più velocemente e agevolmente, senza imbattersi in altrettante credenze che alla mente sembrano ostacoli.

Non è necessaria alcuna preparazione e nessun esercizio o tecnica specifica, ma un semplice desiderio di essere consapevoli del processo della vita guidata dal respiro e tutto ciò che il momento richiede. Diventate consapevoli del respiro molte volte al giorno, se possibile. Notate che è sempre lì, regola il momento e contribuisce a tutte le vostre esperienze.  (…) I tempi difficili a volte vi fanno dimenticare che la vita è importante e pregevole. Lo è.”                                                                                        

Riepilogando:

Approfittiamo  degli impulsi virtuosi di inizio anno per inaugurare nuove attitudini positive da portare avanti tutto l’anno, in modo che diventi così davvero migliore del precedente … mettiamo la nostra consapevolezza nel lasciare andare vecchi modi di pensare ed essere; cerchiamo di rispondere agli eventi nel presente e proviamo qualcosa di nuovo ogni volta che possiamo; portiamo attenzione al respiro, diventando consapevoli che ogni volta che blocchiamo il respiro blocchiamo le emozioni e la nostra energia e scegliamo di respirare in modo più pieno e consapevole; coltiviamo la presenza di un cuore aperto e sincero e l’apprezzamento per la vita. E apriamoci così al nuovo che ogni istante ci porta !

FONTI:

http://tibet.net/2014/01/his-holiness-the-dalai-lamas-new-year-message/

http://www.stazioneceleste.it/the_peaceful_planet.htm