, , ,

Come avere più energia in modo naturale – 1a parte

come-avere-più-energia-in-modo-naturale-prima-parte-1

Come possiamo avere più energia in modo naturale?

L’energia ci serve non solo per fare le cose e svolgere i compiti della nostra quotidianità, ma anche per alimentare quell’impulso profondo  che ci spinge a vivere la vita in tutte le sue sfumature, a provare curiosità, ad avere desideri e a cercare di soddisfarli, a esprimere la nostra intrinseca creatività di esseri umani.

Avere o non avere energia fa molta differenza, chi ne è privo si sente spento, privo di forze, si trascina sulla soglia della mera sopravvivenza.

Se è vero che l’energia in noi viene naturalmente prodotta dall’organismo, e quanta ne abbiamo a disposizione dipende in gran parte dalla nostra costituzione, ognuno di noi ha la possibilità, con le sue scelte e i suoi comportamenti, di poterla implementare o dissipare. Approfondiamo ora dieci attitudini (le prime quattro in questa prima parte) che possono aiutarci ad aumentare la nostra energia in modo naturale:

  1. Dormi le giuste ore di sonno
  2. Riduci  lo stress
  3. Impara a respirare
  4. Fai del movimento, possibilmente all’aperto

e nella seconda parte dell’articolo, che sarà pubblicato il mese prossimo:

  1. Evita  di fumare
  2. Limita l’alcool
  3. Scegli un’alimentazione sana e nutriente
  4. Cerca di evitare lo zucchero raffinato
  5. Bevi abbastanza acqua
  6. Coltiva la socialità

Come avere più energia in modo naturale in 10 punti

 1. Dormi le giuste ore di sonno

L’epoca moderna è contraddistinta anche dalla riduzione del tempo  che dedichiamo al sonno. Ci sembra sempre che gli stimoli esterni siano più interessanti che mettersi a dormire. Il sonno viene spesso messo in secondo piano quando  la mente  è molto sollecitata da alternative che la mantengono  vigile. Molte persone riducono le ore che dovrebbero essere dedicate a dormire, sia per impegni, turni di lavoro, o attività ludiche.

In parallelo a questa situazione sono in aumento i disturbi del sonno, si stima che il 20-30% della popolazione sia soggetta a disturbi del sonno, e non riesca perciò a usufruire di una parte vitale del tempo dedicato al riposo.

Ricordiamo che il sonno è necessario per mettere fuori gioco la mente conscia. Solo allora la mente inconscia può svolgere indisturbata il suo lavoro di manutenzione del corpo-mente, pulizia e rigenerazione cellulare.

Se questo programma ha potuto essere svolto, ecco che la mattina possiamo sentirci riposati, freschi e pieni di energia per affrontare la giornata. Al contrario, la mancanza di sonno può farci sentire stanchi, letargici, sfiniti e di cattivo umore.

Se ti capita di sentirti spesso in questo modo, forse dovresti considerare se stai dormendo abbastanza. E quanto è abbastanza? Questo varia a seconda dell’età e dell’organismo. In linea di massima i bambini piccoli dovrebbero dormire tra le 11 e le 14 ore, i bambini da 6 a 12 anni tra 9 e 12 ore, gli adulti tra 7 e 9 ore, gli anziani tra 5 e 7 ore.

come-avere-più-energia-in-modo-naturale-prima-parte-2

A meno che non si appartenga a quella tipologia di persone che toccano il cuscino e dormono, può essere utile imparare ad adottare delle abitudini rilassanti prima di andare a letto, per favorire il sonno, per esempio fare un bagno o una doccia calda, così come leggere qualcosa che sia distensivo e non implichi ragionamenti troppo complessi.

E’ anche altamente consigliato di cessare l’utilizzo di cellulari, tv , computer  e altri schermi almeno un’ora prima del tempo in cui si desidera addormentarsi. L’uso dei display prima di andare a letto è collegato alla mancanza di sonno e alla sua scarsa qualità,  e al conseguente aumento di sonnolenza e stanchezza durante il giorno.

Se fatichi a prendere sonno  perché sei alle prese con  tua mente che ti propone scenari che generano preoccupazioni e tensione, potresti cominciare a darle abitudini migliori con degli esercizi di meditazione e/o di consapevolezza per  favorire un’attitudine mentale più fiduciosa e tranquilla.

Se invece la tua insonnia è dovuta a contenuti traumatici che salgono dall’inconscio, valuta se rivolgerti a particolari tecniche che possono aiutarti a pacificare queste memorie, come Ipnosi e PNL, o DMOKA.

Come avere più energia in modo naturale: riduci lo stress e impara a respirare

  1. Riduci lo stress

Lo stress si mangia una grande fetta della nostra energia, perciò se vuoi mantenerla a un buon livello è importante imparare a tenerlo a bada. “Stress” significa “sforzo”; si tratta di una reazione emozionale intensa di tensione a eventi o a esperienze che ci sottopongono a forti sollecitazioni.

L’esistenza ci propone sfide a cui dobbiamo rispondere: gli impegni gravosi di tutti i giorni, il matrimonio, un esame, un trasloco, la perdita di una persona cara, il divorzio, un cambiamento che ci destabilizza, ecc.

Lo stress mette in azione il meccanismo di sopravvivenza di “lotta o fuga”. Quando si attiva questa risposta, potenti ormoni, come adrenalina e noradrenalina, vengono rilasciati nell’organismo. Il corpo è arrivato a creare questa risposta naturale di sopravvivenza per superare al meglio le emergenze, ma non è previsto che queste situazioni si debbano affrontare abitualmente.

Se lo stress diventa cronico, questo può avere gravi conseguenze sulla salute: l’80% dei malesseri e delle malattie è causato da questo stato.

Di fronte alle prove dell’esistenza ci sono persone che reagiscono bene, restano calme, sentono di avere le risorse necessarie per dare risposte adeguate, oppure, anche se non brillanti, si accettano come sono; altre invece, sentendosi inadeguate e giudicandosi, sviluppano risposte di stress anche di fronte a piccole sollecitazioni. Come possiamo imparare a ridurre lo stress nella nostra vita?

Fare qualche attività aerobica (come corsa, camminata, bicicletta, nuoto a bassa intensità, tapis roulant ecc.) è importante, lo sforzo fisico infatti fa in modo che  i muscoli consumino le sostanze chimiche rilasciate dallo stress nella  circolazione sanguigna,  e inoltre rilascia endorfine, ormoni associati al benessere  che agiscono sull’umore.

come-avere-più-energia-in-modo-naturale-prima-parte-3

Ma ciò che è essenziale è  la propria attitudine, e, come dicono i Maestri, ricorda che se non puoi cambiare la tua situazione, è possibile modificare il tuo atteggiamento. Espandere la capacità di rilassarsi e di essere in contatto con il proprio centro è un modo utile di rispondere allo stress, così come esercitare il distacco dai pensieri, l’autostima e l’amore per se stessi.

  1. Impara a respirare

La respirazione è il processo attraverso cui i polmoni incamerano ossigeno con l’inspirazione, e con l’espirazione eliminano anidride carbonica. La sua funzione principale è quella di apportare sufficiente ossigeno alle cellule, e garantire il funzionamento del corpo-mente.

La respirazione è strettamente collegata allo stato emozionale di fondo della persona: più emozioni represse e inconsapevoli ci sono, più la respirazione sarà corta e superficiale, nel tentativo inconscio di contenere  la sofferenza.

Se respirare in modo superficiale ci permette di sentire meno dolore, va da sé che ci rende allo stesso tempo meno vivi, meno sani, e meno energizzati. Al contrario, i benefici di una respirazione più ampia e profonda sono innumerevoli, e permettono di aumentare il nostro stato di benessere e avere più energia a disposizione.

I Benefici di una respirazione corretta

I benefici di una respirazione corretta, cioè più profonda di quanto respira la maggior parte delle persone, sono molteplici e riguardano tanto la nostra salute fisica quanto quella psichica:  migliora la funzionalità cardiovascolare, polmonare e del sistema linfatico, consente una maggiore ossigenazione dei tessuti, riduce ansia e stress, migliora la postura fisica, concilia il sonno, favorisce l’equilibrio neurovegetativo, migliora la funzionalità viscerale, purifica il corpo e l’organismo dalle tossine.

La respirazione diaframmatica, o addominale, per esempio, è una delle tecniche di respirazione più efficaci per ossigenare correttamente le cellule e ridurre le tensioni e lo stress. In pratica si respira col diaframma, il muscolo concavo che separa la cassa toracica dalla cavità addominale responsabile della respirazione.

Durante l’inspirazione, i polmoni vengono gradualmente riempiti d’aria che spinge in avanti il diaframma. Il respiro viene fatto scendere in modo che a sua volta il diaframma spinge gli organi della cavità addominale, e il respiro arriva fino al ventre, che si gonfierà come un palloncino.

Durante l’espirazione la pancia si sgonfia e i polmoni svuotandosi riducono il loro volume, permettendo al diaframma di tornare alla posizione originale.

come-avere-più-energia-in-modo-naturale-prima-parte-4

Attraverso una pratica costante della respirazione addominale è possibile sfruttare al meglio la nostra capacità polmonare e migliorare anche il nostro stato di salute generale. Il corpo-mente viene energizzato e purificato; migliore funzionalità di tutto l’organismo si traduce in più energia e vitalità.

Come avere più energia in modo naturale: fai movimento

  1. Fai del movimento, possibilmente all’aperto

Uno stile di vita eccessivamente sedentario abbassa l’energia. Meno ci si muove, meno energia si ha a disposizione. Inoltre un moderato esercizio fisico regolare riduce il rischio di sviluppare malattie croniche come problemi cardiaci, diabete e obesità. E per godere di questi benefici è sufficiente  un’attività fisica moderata.

Uno studio ha rilevato che le persone sedentarie con inspiegabile stanchezza persistente hanno diminuito questa condizione limitante di circa il 65%  semplicemente introducendo cicli regolari di moderata attività aerobica. Ricordiamo che i nostri antenati, anche solo poche generazioni fa, trascorrevano gran parte del loro tempo all’aperto, in connessione con la natura.

Per recuperare energia vitale durante il giorno, fai movimento, per favorire così la circolazione del sangue al cervello e l’afflusso di ossigeno. Il movimento delle braccia e delle gambe aumenta anche la circolazione di linfa, ormoni e neurotrasmettitori in tutto il corpo, regolando e riequilibrando il sistema mente-corpo e migliorando ulteriormente la produzione di energia.

Uscire di casa, dopo ore in cui abbiamo magari usato prevalentemente la mente,  avrà effetti benefici immediati su umore e vitalità. Studi sul tema hanno evidenziato che quando ci si sente stanchi, andare a fare una passeggiata anche soltanto di 10 minuti, se possibile nel verde, permette di recuperare energia in modo molto maggiore che, per esempio, consumare del cibo.

Per assicurarsi di svolgere esercizio fisico nel quotidiano, basta introdurre l’abitudine di camminare velocemente almeno 20’ al giorno, o più se possibile, facendo ad esempio passeggiate nella pausa pranzo, recandoti a piedi a fare la spesa o al tuo posto di lavoro. Per chi può, alternare corsa a piedi e camminata, può essere ancora più efficace per mantenere buoni livelli di energia.

FONTI

Annalisa Faliva, Autoipnosi per vincere il dolore, Ipnosi, autoipnosi e meditazione per il benessere di corpo, mente e spirito, ed. LSWR

Donna Fahri, Il grande libro del respiro, ed. Macro

Kelly McGonigal, La gioia di muoversi, ed. Giunti