,

Imparare l’amore per se stessi

imparare-amore-per-se-stessi-tecniche-psicocorporee-bologna

Per la maggior parte di noi è difficile connettersi con l’amore per  noi stessi.

Certo possiamo comprendere il concetto che queste parole esprimono, ma quanto a recuperare il pieno sentimento di amarsi ed accettarsi, beh, non si sa proprio come riuscirci concretamente. Ma anche questo si può imparare esercitandosi opportunamente… a patto di volerlo!

Combinando  esercizi di PNL e insegnamenti della tradizione buddhista possiamo  aumentare  le nostre capacità di sentirci amati e degni di amore.

Per amarsi (ed amare) espandere lo spazio del cuore

Se, specie nei nostri primi anni – i più importanti per la formazione della struttura psicologica di base – non ci siamo sentiti amati e apprezzati per ciò che eravamo, ora non sappiamo bene come dare amore e accettazione a noi stessi. Il primo passo utile è proprio imparare a sentirci amati dentro di noi, a prescindere dalla storia che abbiamo vissuto.

La tradizione buddhista si è sempre occupata di espandere lo spazio del cuore, riconoscendolo come il centro organizzatore per raggiungere l’armonia di corpo/mente/spirito, l’amorevolezza per ogni essere e la pace interiore. Da questi insegnamenti possiamo trarre ispirazione per ritrovare il contatto col cuore e i sentimenti caldi dell’amore e della compassione innanzi tutto per noi stessi, ed espandere poi questo spazio a tutti gli altri esseri e all’intero pianeta.

Puoi provare tra queste diverse pratiche quella che è più facile per te e che più intensamente ti guida a ritrovare la sensazione di essere amato. Quando l’hai identificata continua con la stessa per un tempo abbastanza lungo (alcune settimane o mesi) prima di cambiarla. Oppure mantienila anche per sempre, se lo senti.

 1.Vedi te stesso come un neonato accudito e avvolto dall’amore

Siedi comodamente, chiudi gli occhi, fai qualche respiro profondo che ti aiuti a lasciar andare i pensieri ora, e a dirigere la tua attenzione all’interno. Pensa a quando eri appena nato, una piccola creatura che è naturale coccolare, nutrire, proteggere, circondare di cure e di amore, accudire con delicatezza e attenzione, trattare con cura infinita. Forse, anche se non lo ricordi, tutto questo è successo realmente nella tua storia, o forse no. In ogni caso, crea ora queste immagini e metti lì con te dei genitori veramente amorevoli, come lo erano i tuoi o creali ora (del tutto nuovi o “modificati”). Soffermati su ogni particolare ed entra in quel bimbo, entra nelle sensazioni del contatto fisico che tutte quelle cure e attenzioni amorevoli trasmettono. Sentiti avvolto di amore gioioso, protetto, cullato, nutrito, rassicurato, accolto e riconosciuto come il dono più prezioso. Senti com’è essere amato e trattato come l’essere più amato, più atteso. Lascia che ogni cellula ritrovi o crei la memoria dell’amore e dell’essere amato e se ne ricolmi. Ciò che è stato dimenticato può essere ricordato … Lascia che il tuo cuore si apra alla sensazione di ricevere amore incondizionato, e possa espandersi nella gratitudine. Senti come questo ti porta naturalmente a percepire te stesso come “amabile” e a risentire l’amore per te stesso … Puoi fare questo esercizio la sera prima di dormire e addormentarti  in questo spazio …

imparare-amore-per-se-stessi-tecniche-psicocorporee-bologna 2

2.Rivivi il ricordo di un momento in cui ti sei sentito molto amato

Siedi comodamente, chiudi gli occhi, fai qualche respiro profondo che ti aiuti a lasciar andare i pensieri ora, e a dirigere la tua attenzione all’interno. Cerca il ricordo di un momento particolarmente intenso, recente o passato in cui ti sei sentito amato. Tradizionalmente si pensa alla mamma e al suo amore per noi, ma se il rapporto con tua madre è stato problematico, o lo è al momento, puoi pensare a un nonno, o a qualunque persona ti abbia trasmesso un affetto profondo. Visualizza l’immagine di quel ricordo ed accedi il più totalmente alle emozioni, come se tu fossi lì ora, proprio dentro all’esperienza. La PNL ci spiega che possiamo ricreare dentro di noi qualsiasi stato desiderato, anche se pensiamo di non averlo mai vissuto, perché dentro di noi ne abbiamo comunque la rappresentazione. Perciò, se sei convinto di non avere mai vissuto momenti del genere, allora puoi immaginare  questa situazione nella tua mente e sentire come sarebbe essere amato in modo intenso e incondizionato. Immagina ora la scena nei dettagli con tutti i sensi, crea la sensazione di quell’amore per te, porta l’intensità calda di quel  sentimento  a riempire il  cuore. Continua finché il sentirti amato e ricolmo d’amore ti condurrà a sentirti grato con l’esistenza. Lascia che la gratitudine colmi il tuo cuore e fluisca spontaneamente verso la persona/e che ti amano. Pensa che, anche se la tua sensazione prevalente è di non essere mai stato amato come desideri, almeno una volta lo sei stato, in questo ricordo o con la scena che hai creato.

Quella persona speciale (reale o di fantasia) ti ha dimostrato che sei amabile e degno di amore, e ritrovare quell’intensità può guidarti a sentire che sei  degno di amore e realmente amabile ora.  Senti com’è essere colmato di attenzioni e trattato come l’essere più amato, più atteso. Addormentati la notte in questo spazio. Lascia che ogni cellula ritrovi la memoria dell’amore e dell’essere amato e se ne ricolmi. Ciò che è stato dimenticato può essere ricordato … Lascia che il tuo cuore si apra a reimparare la sensazione dell’amore incondizionato, e possa espandersi nella gratitudine.

Se non trovi nessun ricordo che riguardi una persona, forse hai un rapporto profondo con un animale, e puoi utilizzare questo sentimento come aiuto a riconnetterti con il caldo sentimento dell’amore e della gratitudine; oppure puoi anche creare una fantasia che ti guidi a ritrovare questo spazio. In questo caso crea una scena utilizzando ogni canale sensoriale, rendila più vivida possibile, occupati di ogni dettaglio, senti i sentimenti caldi che ti trasmette come se accadesse proprio ora. Senti come questo ti porta naturalmente a percepire te stesso come “amabile” e a sentire l’amore per te stesso

imparare-amore-per-se-stessi-tecniche-psicocorporee-bologna 3

3.Vedi e senti te stesso al centro di un cerchio d’amore

Siedi comodamente, chiudi gli occhi, fai qualche respiro profondo che ti aiuti a lasciar andare i pensieri e a dirigere la tua attenzione all’interno. Immagina di essere nella natura, in un luogo che ti piace, al centro di un gruppo di persone. Puoi scorgere in questo gruppo tutti quelli che ti amano, insieme a molti altri che non conosci. Queste persone sono lì per te, ti sorridono, ti mandano attenzione, amore, energia … senti com’è essere al centro di un cerchio d’amore … Ora allarga la tua visione a riconoscere che anche tutti gli elementi della natura ti mandano amore e sono lì per te: i sassi, l’erba, i fiori, le rocce, gli alberi, l’aria e il vento, gli uccelli e gli altri animali, la terra su cui poggi i piedi, il cielo sopra di te, il sole, la luce … ogni cosa è lì per te  e ti trasmette amore … Se ti fa piacere puoi lasciare che le persone del cerchio si avvicinino, ti tocchino e ti accarezzino, creando una spirale che da te si espande in cerchi sempre più grandi in cui tutti sono collegati per te nella trasmissione dell’amore e della tenerezza … attraverso questa spirale di persone amorevoli che si allarga, una grande ondata di amore e di calore giunge a te… ritorna al gruppo … e poi di nuovo ritorna a te, ed ogni volta il flusso d’amore è più forte e caldo, rimanendo allo stesso tempo tenero e dolce.

E quando senti che il tuo cuore è veramente pieno di gratitudine e di calore, lascia che si apra e che l’amore fluisca e si estenda a tutti gli esseri. Mandalo alle persone che ami di più e che ti sono più vicine… poi agli amici, ai conoscenti…ai vicini di casa…agli sconosciuti… e poi anche a quelli che non ti piacciono e con cui hai problemi… a chi consideri un “nemico”…

e infine lascia che il pianeta e l’intero universo vengano colmati dal tuo amore e dalla tua benevolenza, lascia che l’amore si espanda senza confini…

Amore e compassione per tutti gli esseri

Esegui uno o tutti questi esercizi con regolarità per alcuni mesi, puoi anche cambiarne uno ogni giorno, in successione. Ben presto potrai scoprire come queste pratiche ti aiutano a riconnetterti con la fonte dell’amore, e che lo schiudersi dell’amore-benevolenza stimola la nascita della compassione, che è empatia senza giudizio con tutti gli esseri. Per provare vera compassione ed empatia è necessario innanzi tutto aver ritrovato l’amore per noi stessi. Il sentimento della compassione testimonia un livello più alto di comprensione e di apertura del cuore, tuttavia è opportuno non forzarla. Come a una pianta delicata è bene darle il giusto nutrimento e la cure che  predispongono l’ambiente migliore perché possa crescere e svilupparsi, e lasciare che questo accada con i suoi tempi.

FONTI

Connirae e Steve Andreas: Hearth of the Mind, ed.Real People Press

Ajahn Sumedho:  La mente e la via, ed. Ubaldini