charles-bukowski-perché-è-bene-ogni-tanto- ricordare-che-siamo-speciali-ipnosi1

Possiamo affermare con certezza  che  la maggior parte di noi possiede  la capacità di essere inconsapevoli e ignari di cose grandi e meravigliose che sono di fronte ai nostri occhi ogni giorno.

A volte siamo così persi nella quotidianità e provati dal cercare soluzioni a problemi banali da vivere in una sorta di trance, che come un filtro esclude moltissime informazioni rispetto a ciò che accade dentro  e  intorno a noi.

Questo ci fa perdere di vista la prospettiva più ampia e la magnificenza di ciò che siamo, e del nostro potenziale  in quel viaggio che è la  vita, e che spesso percorriamo addormentati … Su molti aspetti che ci riguardano non ci soffermiamo, o li diamo per scontati. Così, a causa di questa tendenza, sono molte le maniere in cui possiamo perdere  la connessione col significato profondo della nostra esistenza.

Immagina come sarebbe più significativa la tua vita se potessi ogni tanto fare un passo indietro e spostare la consapevolezza dal piccolo recinto delle contingenze all’immagine più grande. Può essere utile soffermarci su alcuni aspetti di ciò che ci rende speciali, in quanto esseri umani:

Il dono della consapevolezza

  • Innanzi tutto  soffermati un attimo su ciò che  implica il fatto che stai leggendo questo articolo. Significa che sei un essere senziente, evoluto biologicamente e culturalmente fino al punto in cui puoi cercare, filtrare, decodificare e organizzare le informazioni condivise da altri esseri. Non è cosa da poco !! Significa che siamo esseri intelligenti, forniti di consapevolezza. Siamo le uniche creature sul pianeta con questo potenziale (perlomeno della razza umana …). A livello neurologico questo richiede un enorme lavoro: milioni di neuroni interconnessi che si attivano in parallelo e riconfigurano le connessioni al volo. Piuttosto incredibile, no? Inoltre, a livello demografico e storico, ti trovi a far parte di un gruppo di esseri umani molto privilegiati che vivono in un’epoca in cui l’alfabetizzazione e l’ubiquità delle informazioni sono diffuse in gran parte del pianeta.
  • Stai vivendo un’epoca fondamentale nella storia del mondo: anche se non è sempre ovvio, siamo davvero ai confini di un punto di svolta di un enorme cambiamento tecnologico, sociale e credo fortemente anche spirituale, senza precedenti. I futurologi, come lo scienziato informatico e inventore statunitense Ray Kurzweil, descrivono questo punto di svolta (che avverrà molto probabilmente in qualche momento dei prossimi trent’anni) come la singolarità tecnologica in cui l‘innovazione in una tecnologia abilitante favorirà un cambiamento accelerato in altre tecnologie, e non solo.
  • Siamo testimoni di questi tempi unici per questo pianeta e per tutti quelli che ci vivono!
  • Non solo i maestri spirituali di tutti i tempi, ma anche la fisica quantistica afferma che ognuno di noi ha  il potere di cambiare le cose. Siamo piuttosto inconsapevoli rispetto a questo, ma lo stiamo facendo continuamente tutti i giorni: generiamo cambiamenti e modifichiamo gli eventi, interveniamo per far accadere o influenzare le cose.  Come? Attraverso  i nostri programmi inconsci, ma anche con l’immaginazione, il pensiero creativo, la pianificazione e l’impegno, la visualizzazione, e non ultimo, l’amore.

perché-è-bene-ogni-tanto- ricordare-che-siamo-speciali-ipnosi2

La forza di trasformazione dell’amore

  • Hai il potere di amare e portare gioia e ispirazione ad altri esseri. Il potere dell’amore, della compassione e dell’empatia è immenso, e ha un impatto potentissimo su qualsiasi cosa. Questa capacità è molto spesso sottovalutata, fraintesa o dimenticata sotto cumuli di preoccupazioni ego-centriche.
  • Dare è un modo per trasmettere l’eredità umana dei legami affettivi, della cura e dell’amore. Questa capacità di provare e manifestare affezione, da sola può trasmettere effetti positivi in modo così potenti, da non poter essere uguagliato da  nessun’altra risorsa esterna.
  • Hai il potere di  dare nascita e di affermare la vita: a seconda del sesso e dell’età biologica concretamente contribuendo a far venire al mondo un altro essere umano. Oppure  i tuoi figli possono essere atti creativi: sogni, ricette, visioni, ispirazioni, progetti, realizzazioni, scritti, manifestazioni artistiche e creazioni di qualsiasi altra natura.
  • Hai il potenziale per l’espressione di  innumerevoli cose buone: aiutare, insegnare, ispirare, motivare, rendere consapevoli, condividere emozioni ed esperienze con gli altri.
  • Hai il potere di  creare cose nuove: nuove idee, nuovi modi di pensare, nuovi modi di vedere le cose e rappresentarle. Abbiamo un immenso potere creativo che aspetta di essere liberato, e può esserlo in infinite forme, anche se è tua la scelta se farlo o no. E la creatività non è solo creare qualcosa, ma sostanzialmente essere presente a quello che si fa. Se sei presente anche i gesti più umili, come pulire o lavare i piatti diventano atti creativi, perché sei lì, nuovo a ogni attimo.

Sei un essere unico

  • Hai un codice che è solo tuo, sei una manifestazione unica di quel mistero ben lungi dall’essere svelato che è l’essere umano, un mezzo vivente per affermare, esplorare ed esprimere il mistero dello Spirito.
  • Puoi rimodellare il mondo intorno a te: hai l’incredibile potere di apprendere nuove informazioni e  riconfigurare le tue conoscenze, mentre interagisci con il tuo ambiente e accumuli esperienza. Hai la capacità di correggere e cambiare il tuo punto di vista mentre allarghi i tuoi orizzonti.
  • E infine, l’aspetto forse più importante: la tua consapevolezza può continuare a espandersi  a livelli sempre più alti e complessi, sia in senso orizzontale, nella materia, che verticale, nei reami dello Spirito.

perché-è-bene-ogni-tanto- ricordare-che-siamo-speciali-ipnosi3

Come esprimere la tua unicità

Stai esprimendo la tua unicità? Rispetto a questa domanda molti di noi possono andare in crisi, pensando che ciò significhi realizzare qualcosa di grande, capace di ricevere riconoscimento dall’esterno. Secondo la visione dello yoga sciamanico, è azione creativa quella compiuta con presenza, e tutto ciò che viene agito con presenza non può non produrre piacere.

E siamo noi che possiamo scegliere di non piegarci mai a compiere azioni non creative, cioè che non producono piacere. Quando  si perde il contatto col piacere interiore il corpo entra nella contrizione, la coscienza nell’obnubilamento, la mente nell’isolamento. In questo stato le nostre azioni saranno infauste per noi e per gli altri, contribuiranno a tenerci nella rete dell’ illusione (Maya) e allontaneranno da noi la possibilità di risveglio.

Perciò si tratta in pratica di smettere di “viversi addosso”, e usare tutte le nostre capacità per essere svegli e presenti. Allora tutto ciò che facciamo esprime la nostra unicità, perché siamo nuovi in ogni momento. Sapevi che ogni filo d’erba ha una sfumatura di verde  che è solo sua, diversa da ogni altro filo d’erba? A maggior ragione ognuno di noi è unico, a suo modo.

Cosa ci blocca?

Come  mai non siamo tutti impegnati a esprimere chi siamo veramente e a gioire liberamente della nostra unicità? C’è di mezzo il potere dei condizionamenti! Fin da quando eravamo nella pancia della mamma abbiamo ricevuto condizionamenti; fa parte della condizione umana. Infatti traiamo il senso di chi siamo dal contatto con l’esterno, da famiglia, educazione, scuola, ambiente sociale, epoca storica, stato ecc.  Anche i genitori sono condizionati, ovviamente.

Questo fa sì che il bambino molto spesso non venga visto, apprezzato e incoraggiato per la sua unicità, ma forzato a entrare  nel modello di ciò che è buono e corretto per i genitori. Il risultato di questo è la lista dei più comuni disagi: paura, senso di colpa, vergogna, angoscia, depressione, senso di inadeguatezza, apatia, blocco, ecc.  Quanto più ne siamo preda, tanto più possiamo dedurre l’entità del condizionamento che abbiamo interiorizzato. Questi stati  ci rivelano l’esistenza di traumi congelati nell’inconscio, che  si attivano stimolati da certe situazioni nel presente.

Quando questo accade, senza rendercene conto regrediamo alla stessa età di quando si è originato il trauma,  e perdiamo quindi accesso alle nostre capacità di adulti.

perché-è-bene-ogni-tanto- ricordare-che-siamo-speciali-ipnosi4

La buona notizia è che in realtà non abbiamo problemi con  l’evento in sè, ma con il modo in cui è stato registrato nell’inconscio, e su questo è sempre possibile intervenire. Per  questo possiamo affermare: “Non è mai troppo tardi per un’infanzia felice!” (Tom Robbins).

Sono numerose le tecniche che possono aiutarci per l’elaborazione di traumi e programmi negativi, così da arrivare a scoprire chi siamo veramente e avere accesso al nostro potenziale. LIpnosi è la tecnica più appropriata per favorire una riprogrammazione dell’inconscio, insieme alla Programmazione NeuroLinguistica.

DMOKA e Psych-K, hanno mostrato di essere strumenti particolarmente efficaci per depotenziare traumi e condizionamenti. Anche EFT (o Tecnica di Libertà Emotiva), con le sue trasformazioni più recenti  EFT- I e TAI, si sta affermando sempre di più per la sua efficacia nella gestione del malessere, sia esso fisico o emozionale, e ha il vantaggio di poter essere autogestita.

Quando l’inconscio riceve quello che gli serve per funzionare meglio, acquisiamo sempre di più la capacità di vivere il presente,  e la soluzione  può emergere da dentro, da quella mente grande, piena di risorse e infinita creatività,  che rappresenta la parte più profonda e autentica di chi siamo veramente ….

FONTE

S.Calloni Williams: Il Mantra Madre, ed. Mediterranee

D. R. Hawkins: Il Potere dei Condizionamenti, ed. Macro

https://soulhiker.com/10-reasons-why-you-are-so-special/